Domenica delle Palme: la comunità ecclesiale bivonese si avvia a celebrare la Pasqua

La Settimana Santa ha inizio con la Domenica delle Palme e della passione del Signore, che unisce insieme il trionfo di Cristo, acclamato come messia dagli abitanti di Gerusalemme e oggi nel rito della  processione delle palme  dai cristiani, e l’annuncio della passione con la proclamazione del racconto evangelico dell’evangelista Matteo  nella Santa  Messa. I rami di ulivo e le palme sono il segno della partecipazione gioiosa al rito processionale, espressione della fede della Chiesa a Cristo, Messia e Signore che va incontro alla morte per la salvezza di tutti noi. La Domenica, allora, ha un duplice carattere, di gloria e di sofferenza, quello proprio del mistero pasquale. Oggi con la processione non solo abbiamo  ripercorso  gli eventi  storici  ma ci siamo lasciati  coinvolgere dalla mitezza e dall’umiltà di Gesù Maestro, dalla verità, dall’agonia come preghiera di combattimento interiore nella continua ricerca della volontà di Dio. Oggi assaporiamo la domenica dell’amore, del servizio e del dono che Gesù fa sulla croce. Dalla Chiesa di Santa Rosalia, dove è  avvenuta la benedizione dei rami di ulivo e delle palme, la processione si è snodata per arrivare in Chiesa Madre, dove è stata celebrata l’Eucaristia.

Per la prima volta Don Marco coinvolge tutti i cresimandi che precedono la processione portando in mano rami di palma. Nelle due chiese l’addobbo floreale richiama quel dinamismo presente nel testo evangelico, dove  gioia,  martirio, mitezza, dono  si intrecciano con il tessuto umano in tutti i suoi vari aspetti.

Auguriamo a tutti una settimana santa, lasciandoci interrogare  e accompagnare dalla pagina evangelica.    

Rispondi